Vaccinare i nostri amici gatti, un dovere otre un gesto d'amore!

Cari lettori  abbiamo adottato un gattino e ci apprestiamo a godere della sua compagnia per lungo tempo . Alcuni forse non sono totalmente inesperti, conoscendo già le caratteristiche e le esigenze di questa specie magnetica e affascinante, altri invece devono ancora scoprire le necessità e le esigenze dei nostri amici felini ; quel che è certo che anche se si pensa che il gatto sia una specie autonoma , soprattutto all ‘inizio dipende da noi per molti suoi bisogni e vogliamo fare il massimo per lui !  
Appena adottato , il gattino non è protetto verso le malattie infettive e finché non avrà terminato il suo schema vaccinale, dobbiamo essere accorti e impedirgli di vagabondare . In genere si consiglia di vaccinare il nostro amico attorno alle otto, nove settimane e di ripetere una seconda vaccinazione intorno alle 12 settimane ! mi raccomando lettori rivolgiamoci sempre al nostro veterinario di fiducia che saprà guidarci nel migliore dei modi assicurandoci la salute del nostro felino ! Il veterinario adotterà lo schema vaccinale più adatto allo stile e all ‘ambiente di ciascun animale e per mantenere la protezione sarà necessario rifare regolari richiami . Molti padroni attenti e scrupolosi si chiederanno contro cosa devo vaccinarlo ?
Contro malattie respiratorie, gastroenterite virale e leucemia , purtroppo per altre malattie infettive , potenzialmente letali ancora non esistono vaccini .
Entriamo nel dettaglio ....
Le malattie respiratorie feline possono provocare in base al virus coinvolto, tosse, starnuti, febbre , scolo nasale e oculare e in alcuni casi ulcere alla lingua ; la panleucopenia infettiva felina , conosciuta anche come gastroenterite felina è tra le più pericolose, i sintomi in genere si manifestano con rapida disidratazione, vomito e forte dolore addominale ; la leucemia felina (felv) è spesso asintomatica nella prima fase , può colpire gatti di qualunque età anche se i gatti giovani sono più sensibili ..questo virus si trasmette attraverso il contatto con un gatto infetto, soprattutto mediante la saliva , ma è presente anche in sangue e urine ... non viene in genere trasmesso attraverso ciotole, lettiere ...
Le vaccinazioni del nostro gatto sono registrate su un apposito libretto che contiene ciascun vaccino e la data in cui é stato somministrato .  
Cari amici e lettori, il nostro primo incontro termina qui , presto riparleremo ancora di gatti e ricordiamoci sempre che adottare un amico pelosetto non migliora solo la sua vita ma anche la nostra; adottare significa prendersi cura di una vita sfortunata che noi possiamo riscattare, regalandogli una famiglia per sempre, ma sono sicura che anche voi la pensate come me .


Stefania Sodano