Tutela degli animali

Articolo 544 bis del cp

Chiunque per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione da quattro mesi a due anni.

La norma è stata introdotta al fine di apprestare una tutela più incisiva per quanto riguarda gli animali, garantendo un sentimento di pietà per gli stessi. Il reato di uccisione di animali può essere integrato anche da una condotta omissiva, cioè quando il soggetto agente, dopo avere accidentalmente investito un gatto all’interno della sua proprietà, aveva impedito, senza necessità e giustificazione alcuna, alle proprietarie di recuperare l’animale al fine di prestargli le dovute cure.

 

Roma 8 luglio 2017 protesta contro la crudeltà e indifferenza verso gli animali

Il Movimento animalista, guidato dalla presidente on. Michela Vittoria Brambilla, ha visto la partecipazione di oltre duemila militanti e simpatizzanti, che cresce rapidamente nelle ultime settimane
La parlamentare di Forza Italia, ha fondato un partito animalista ,chiamato “dalla parte degli animali”, come la trasmissione di Retequattro e collegato al partito di Silvio Berlusconi.
 
“Ovviamente su tutti i temi che hanno a che fare con ambiente, biodiversità e animali, si può sempre fare di più e tali argomenti non devono appartenere a un solo partito politico, esattamente come quando si parla di diritti civili e umani” (senatrice del Pd Monica Cirinnà)

 

Nascita storica del movimento animalista

Il movimento per i diritti animali storicamente nasce a fianco ad altri movimenti di emancipazione sociale, come quello femminista, pacifista, ecologista, antirazzista. Esso è un modo per abbracciare anche gli ultimi tra gli ultimi di questa società, che sono diversi da noi non certo però nei sentimenti.
Mi piace ricordare al riguardo l’opinione di Aldo Capitini, padre del movimento non violento italiano: “Sono convinto che riuscire a rispettare e dunque non maltrattare o uccidere gli animali, ci aiuterebbe a rispettarci e non maltrattarci o ucciderci gli uni con gli altri”
 
 
Educazione animalista nella scuola

Nel 2002 nasce a Fiumicino questo meraviglioso educativo e creativo progetto, insegnando ai bambini nelle scuole innanzitutto che gli animali non sono dei giocattoli, ma esseri viventi con sentimenti da rispettare, al fine di formare delle menti sensibili ai diritti di tutti gli esseri viventi. BAUBEACH, con la collaborazione di chi condivide questa certezza, in particolare con una grande associazione, la L.A.V. (lega Antivivisezione).

A tal riguardo occorre ricordare anche la Pet Therapy, che ha come scopo proprio quello di sensibilizzare i bambini verso gli animali, che in questo caso servono d’aiuto per migliorare l’approccio relazionale degli stessi bambini, molte volte emarginati dalla nostra società a causa dei loro lenti stimoli di apprendimento, causate da diverse patologie.

Mary Forgione