Prurito della pelle e al corpo: alcune cause e rimedi

Il prurito è una sensazione fastidiosa, localizzata a livello cutaneo, che provoca il forte desiderio di grattarsi al fine di alleviare il disturbo.


È un sintomo estremamente comune che può presentarsi nei modi più svariati:

  • il prurito può essere localizzato, dovuto ad esempio ad una puntura di insetto, o diffuso in tutto il corpo;
  • può essere associato a lesioni cutanee, come nel caso di molte malattie dermatologiche,
  • avere una durata limitata o persistere nel tempo.

L’aspetto così variegato del sintomo prurito dipende dalla causa che l’ha provocato: sono moltissime infatti le patologie che possono portare a questa sensazione spiacevole, alcune molto comuni, come le reazioni allergiche, e altre più complesse e meno frequenti.

La sensazione soggettiva di prurito viene percepita in seguito all’attivazione di fibre nervose sensitive e può essere scatenata da diverse situazioni. I mediatori chimici coinvolti nell’insorgenza del prurito sono infatti molteplici ma un ruolo fondamentale è svolto dall’istamina: questa sostanza viene prodotta e immagazzinata a livello di cellule particolari, i mastociti, che provvedono a rilasciarla in risposta a diversi stimoli e situazioni, come ad esempio avviene in corso di una reazione allergica.

Se chi soffre di prurito segue l’istinto di grattarsi, la cute può

presentare delle lesioni da grattamento, come graffi ed escoriazioni e, infine, lichenificazione, cioè un indurimento ed ispessimento cutaneo che si verifica quando lo stimolo irritativo perdura in maniera cronica.

Cause

Le cause di prurito sono svariate ma è possibile ricondurle all’interno di alcune grandi categorie:

  • malattie dermatologiche,
  • malattie infettive,
  • disordini del fegato e delle vie biliari,
  • malattie ematologiche,
  • insufficienza renale,
  • disordini metabolici,
  • malattie neurologiche,
  • prurito in gravidanza,
  • prurito psicogeno,
  • farmaci.

Le malattie dermatologiche rientrano tra le più frequenti cause di prurito e al loro interno troviamo situazioni piuttosto comuni, come

  • punture di insetto (soprattutto zanzare o pappataci),
  • dermatiti allergiche ed irritative da contatto
  • oppure patologie più rare come il pemfigo.

La secchezza cutanea è sicuramente un’origine molto frequente di prurito e può essere trattata con l’utilizzo di creme emollienti ed idratanti.



Dott.ssa Giulia Grotto