poesia di amore

E tremo a guardarti,
le tue inquiete labbra,mi appaiono come lampi vermigli,
che squarciano un cielo di neve, o come scia luminosa di sole morente.
Sorriso appena segnato, come vibrare della sera,
in fondo alla frescura, quando dalla terra sgorga soave,
odore incerto,di muschio,di foglie,d'acqua
ed barde tra le mie labbra, il tuo sorriso, come luce, come fresco tramonto
e vive il mio pensiero, di tanta bellezza.

Stefano Lazzarotto