PERCHÉ DIO HA CREATO UN MONDO COSÌ PIENO DI VIOLENZA?

Perché Dio nella creazione ha compreso un mondo di predatori e di prede e quindi di necessaria violenza?


A differenza di una lettura letterale dei racconti della creazione, non dobbiamo interpretarla come se Dio avesse creato direttamente ciascuna specie vegetale o animale. Si tratta dell’atto di amore iniziale con cui Egli ha dato origine a un universo chiamato dinamicamente a svilupparsi ed evolversi. E in questa dinamica sono comprese tensioni e lotte per la sopravvivenza. Esse sarebbero rimaste nell’ordine naturale se l’uomo non avesse peccato, rendendo con la sua iniziale scelta disarmonica nei confronti di Dio, di sé stesso, degli altri e del cosmo, il mondo e la storia ancora più abitati dalla violenza e dal desiderio di dominio. La lotta cosmica e storica fra il bene e il male, la luce e le tenebre, il vero e il falso, avviene innanzitutto nel nostro cuore e nella nostra mente, come in Gesù, che ha vissuto sulla propria pelle la violenza ingiusta, il dolore e la morte. Ci dona la sua grazia, perché da essa sostenuti, non ci consideriamo sconfitti di fronte ai predatori di turno e non diveniamo a nostra volta predatori nei confronti degli altri. Il Figlio ha subìto la violenza del mondo per redimerci e donare speranza alle nostre esistenze, soprattutto nei momenti della lotta e della fatica.


Pino Lorizio