Materassi, per pulirli bene bastano acqua calda, bicarbonato di sodio, e aceto

Prima di lavarli esponeteli al sole e spolverateli. Macchie difficili come il sangue? Utilizzate l’acqua ossigenata. Macchie di vomito? Ammoniaca e acqua fredda.

COME PULIRE E DISINFETTARE I MATERASSI

Il materasso deve essere pulito a fondo, e lavato, almeno due volte l’anno, in estate e in inverno, con il cambio di stagione. Altrimenti diventa un ricettacolo di acari, di germi e muffe che possono causare fastidiose allergie.

DISINFETTARE MATERASSI E CUSCINI CON BICARBONATO DI SODIO

Ma non sprecate soldi con inutili detersivi chimici e non affaticatevi con meccanismi troppo complicati. Ecco alcuni, infallibili rimedi naturali.

·       La prima cosa da fare è togliere tutta la biancheria da letto ed esporre il materasso al sole, se la giornata lo consente. Poi, si può procedere alla pulizia vera e propria, utilizzando, per esempio, il vapore. Passate il bocchettone del vostro elettrodomestico su tutto il materasso, insistendo sulle macchie più ostinate. Poi, strofinate un panno in microfibra, tamponando l’umidità in eccesso.

·       Per le macchie più difficili, come il sangue, provate con un poco di acqua ossigenata sfregata sull’alone in questione. L’ossigeno toglie le incrostazioni ma può scolorire. Dunque, prima di utilizzarlo su tutta la superficie del materasso, fate una prova in un angolino nascosto dello stesso. Il sangue si toglie anche con una miscela di acqua fredda e sale da vaporizzare con un erogatore spray.

COME IGIENIZZARE I MATERASSI

·       Il bicarbonato si rivela ottimo per pulire il materasso. Versatene due manciate sulla superficie di quest’ultimo e lasciate in posa per dieci minuti. Poi girate il materasso e ripetete l’operazione dall’altro lato. Trascorso il tempo di posa, con un aspirapolvere eliminate la polvere eccedente. Il bicarbonato elimina la muffa e assorbe tutta l’umidità.

·       Quando sul materasso ci sono macchie di caffè o di trucco , utilizzate una miscela composta da acqua tiepida, un bicchiere di succo di limone e mezzo di aceto. Mettete la miscela in un erogatore spray e spruzzatela sopra le macchie; poi strofinate con un panno in microfibra, fino a quando le macchie non saranno sparite. Fate asciugare il materasso e infine passateci sopra un panno sul quale avrete versato 5 gocce di Tea Tree Oil. Questa fragranza allontana gli acari e conferisce un odore assai gradevole.

·       Ricordate di lavare anche il coprimaterasso, leggendo sull’etichetta le informazioni relative al lavaggio. Quelli in cotone possono tranquillamente andare in lavatrice a 60°.

COME PULIRE IL MATERASSO MACCHIATO

·       Le macchie di vomito si eliminano con l’ammoniaca e l’acqua fredda o con acqua calda e sapone, se le macchie non sono troppo ostinate. Gli aloni vanno strofinati con delicatezza fino a quando non spariscono.

·       Chi possiede un materasso in lattice, sa che questo non deve mai essere lavato con troppa acqua. Dunque, meglio bagnarlo con un panno umido sul quale ci sia qualche goccia di limone. Il materasso in lattice va lasciato asciugare per almeno 8 ore prima di rifare il letto.

·       Cambiate il materasso almeno ogni dieci anni, come consigliano gli esperti, facendo sempre attenzione alla qualità del prodotto che acquistate.