Mani e L’alterazione delle unghie

Le mani sono degli strumenti importanti per l’essere umano… Senza il loro ausilio nn avremmo mai potuto sfamarci, costruire cose, creare opere d’arti ecc…

Bisogna trattarle in modo dolce ed armonioso, in modo da renderle sempre belle e giovanili… sin dai tempi antichi, come ad esempio le donne romane si prendevano cura del loro corpo e delle loro mani immergendosi in oli essenziali… con il passare del  tempo, esse, incominciarono a rappresentare un simbolo per definire il ceto sociale di una persona. Quelle curate e perfette rappresentavano l’alta borghesia, quelle sporche e piene di grasso indicavano la classe medio-povera. Verso la fine del 1900 prese il sopravvento la moda, unghie e mani dovevano essere perfette facendole curare da una nuova figura professionale: l’estetista.

Le unghie possono essere soggetta a volte ed alterazioni varie, come alterazione del colore e della crescita, le quali possono essere il segnale d’allarme di una malattia o semplicemente di un inestetismo.

L’unghia per essere sana deve avere un colorito roseo nel momento in cui ci troviamo variazioni di colori vi sono diversi disturbi.

Un colorito bluastro può essere associato ad una cattiva circolazione sanguigna in presenza di unghie blu oppure viola o nera ci si trova di fronte ad un ematoma sotto la lamina ungueale provocata da un trauma.

Colorito pallido dovuto ad una mancanza di ferro il colorito giallo che viene associato a malattie croniche.

Le unghie possono essere affette da alterazioni della crescita come ad esempio onicofagia una cattiva abitudine di mangiare le unghie dovuto a uno stato di nervosismo e di inquietudine.

Onicogrifosi colpisce principalmente la luce lunghe si presenta inspessita Gianlu bruna incurvata a tal punto che risulta difficile mettere le scarpe.

Onicomicosi si presenta con una macchia bianca giallastra infezione da funghi l’unghia comincia ad ispessirsi ea farsi opaca con il tempo si ingiallisce e si separa dal letto ungueale.

Unghie fessurate striate e saldabili dovute a disturbi alimentari ed infine fragilità ungueale causata principalmente da un danno meccanico o chimico a carico della lamina ungueale dovuto a fattori ambientali lavaggi frequenti lavori domestici microtraumi eccetera.

Elia D.M.