Le virtù del Tè

Siamo in piena stagione autunnale e per molti questo è il periodo ideale per consumare una calda e fumante tazza di tè, magari in compagnia di fronte ad un camino acceso durante una comune fredda giornata! Ma quali proprietà si nascondono dietro questa celebre bevanda? Iniziamo dicendo che…

Il tè è una delle bevande più consumate al mondo dopo l’acqua, si ricava dall’infusione delle foglie fresche o essiccate di un arbusto ramoso appartenente al genere Camelia.

Fin dall’antichità si diffuse in Cina ed in Corea (I sec d.C.), in Tibet (VI sec d.C.) e in Giappone (VII sec d.C.). Nel corso dei secoli poi, divenne molto popolare anche in Europa, fino a diventare una bevanda particolarmente apprezzata in tutto il mondo ed un vero e proprio must della tradizione britannica. Attualmente si producono circa 3,3 milioni di tonnellate di tè all’anno; i più grandi paesi produttori sono l’India, la Cina, il Giappone e l’Indonesia.

Le tipologie di tè più diffuse sul mercato sono:

-       tè nero, il più comune in Europa, molto aromatico soprattutto nei diversi gusti;

-       tè verde, ricco di antiossidanti e dal gusto amarognolo;

-       tè oolong (the blu-verde), detto anche semi-fermentato, dal gusto leggermente fruttato;

-       tè giallo, poco conosciuto in Europa ma molto apprezzato in Cina, semi- fermentato, con un aroma unico.

Tutte queste varietà provengono dalle foglie della stessa pianta ma vengono trattate diversamente e subiscono un processo di fermentazione che per la qualità nera è completo, per quella blu e gialla è parziale e per quella verde è nullo.

Possiamo definire il tè un alleato per la nostra salute?

Certo che si! In Cina il tè è da sempre considerato uno dei principali ingredienti per una vita longeva e salutare. In realtà anche le più recenti acquisizioni scientifiche hanno confermato che bere una tazza di tè regolarmente apporta numerosi benefici al nostro organismo, in particolare:

-       Ha un’azione antiossidante grazie alle sostanze polifenoliche in grado di contrastare la diffusione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento e della degenerazione cellulare.

-       Contiene flavonoidi e catechine, armi efficaci nella prevenzione delle cardiopatie ischemiche e nel controllo della pressione sanguigna.

-       Idrata l’organismo.

-       Presenta un ridottissimo contenuto calorico e, stimolando la termogenesi, può aiutare il corpo a bruciare più velocemente i grassi.

-       Facilita i processi digestivi e migliora la funzionalità epatica.

-       Risulta un prezioso alleato nella prevenzione dell’artrite e dell’osteoporosi grazie all’elevato contenuto di fluoro e manganese.

-       Aiuta a mantenere alte le difese immunitarie.

-       Previene le carie, riduce la placca dentaria e favorisce la salute del cavo orale.

-       In alcuni casi può rivelarsi efficace per combattere la leucemia, grazie alla presenza di un potente componente antiossidante conosciuto come EGCG.

Bisogna anche mettere in luce quali sono invece le controindicazioni per l’assunzione di tè: favorisce l’insonnia in quanto sono presenti sostanze nervine come caffeina e teina, ostacola anche se in minima parte l’assorbimento di importanti sostanze come calcio e ferro, pertanto controindicato in casi di osteoporosi e carenza di ferro ed è sconsigliato in casi di gravidanza e allattamento. In assenza di questi casi non mi resta che augurarvi buona bevuta di tè a tutti!


Dott. Dietista e Biologo Nutrizionista Marco Lucio Parente