«Le benedizioni via internet e whatsapp sono affidabili?»

La benedizione è valida anche a distanza, nel tempo e nello spazio, come avviene per quelle del Papa mandate tramite lettera o pergamena. Le benedizioni possono essere impartite da vescovi, preti e diaconi, ma anche da alcuni laici con un particolare incarico. I genitori, per esempio, possono benedire i propri figli.

Tuttavia non bisogna intendere le benedizioni in senso magico, come potrebbe apparire dagli esempi che citi, cara Paola. Si deve anche stare attenti a non innescare una sorta di catena di sant’Antonio. In realtà, come leggiamo nelle premesse del Benedizionale, la Chiesa, istituendo svariate forme di benedizione, «chiama gli uomini a lodare Dio, li invita a chiedere la sua protezione, li esorta a meritare, con la santità della vita, la sua misericordia, e innalza preghiere per ottenere i benefici divini, in modo che le sue invocazioni ottengano l’effetto sperato».

Le benedizioni sono perciò «segni sensibili, per mezzo dei quali viene significata, nel modo a essi proprio, e realizzata quella santificazione degli uomini in Cristo e quella glorificazione di Dio, che costituisce il fine cui tendono tutte le altre attività della Chiesa».


Don Antonio Rizzolo