La festa di Halloween 

La festa di Halloween si è diffusa negli ultimi anni ovunque ed in maniera impressionante.
Durante la notte dal 31 Ottobre al 1 Novembre i Celti svolgevano le loro cerimonie più importanti, poiché credevano che in questa notte i morti dell'anno precedente sarebbero tornati sulla terra in cerca di corpi da possedere. In questa occasione i contadini spegnevano il focolare per allontanare gli spiriti dei morti alla ricerca di un corpo ed i Druidi facevano cerimonie offrendo sacrifici per spaventare questi spiriti. Durante queste cerimonie veniva acceso un fuoco che sarebbe stato portato la mattina seguente presso le famiglie affinché tutti potessero accendere il "fuoco nuovo" in cambio di qualche offerta da offrire al loro dio.

Chi si rifiutava di fare l'offerta veniva maledetto con l'espressione "offerta o maledizione" (da cui l'espressione "dolcetto o scherzetto?"). Il fuoco nuovo veniva trasportato e fatto ardere all'interno di lanterne costituite da rape (o cipolle) che oggi sono diventate delle zucche.
Anche il travestimento di questa notte è legato all'abitudine dei Celti di coprirsi con pelli di animali per spaventare gli spiriti.

E' chiaro che Halloween riporta la società in pieno paganesimo ed esso rappresenta il capodanno degli stregoni e uno dei loro principali sabba. E' un'occasione che viene anche sfruttata per fare messe nere e, se possibile, sacrifici umani. Questa festa è vista infatti di buon occhio da tutti coloro che operano nell'ambito dell'Esoterismo, dell'Occultismo e del Satanismo e sono lieti di vedere che anche i bambini rischiano di cadere ingenuamente nelle tentazioni di questa notte demoniaca.

A detta degli esorcisti, permettere ai bambini di partecipare a questa ricorrenza, comporta potenziali rischi legati alla contrazione di disturbi di origine malefica.
Ancor più palese è la contrapposizione di questa festa a quella religiosa di Ognissanti che si celebra il giorno seguente, e di quella dei defunti che si celebra lo stesso giorno.
Ricordiamoci di contrastare questo macabro rituale accendendo sul davanzale della finestra un cero benedetto al posto della celebre zucca illuminata.

Dovremmo prestare particolare attenzione anche ad alcuni giochi per bambini, che contribuiscono a sviluppare abitudini e credenze in contrasto con la legge di Dio. Particolare cautela nei confronti dei giochi dove la violenza e i combattimenti sono alla base di tutto, dove le mutazioni genetiche e la manipolazione del DNA sono cose normali, dove vengono utilizzate frasi rituali e formule di stampo pagano se non addirittura formule magiche e di invocazione demoniaca. Ciò che può superficialmente sembrare innocuo, spesso non si rivela tale. A conferma di ciò si attesta infatti che molti bambini sono stati ricoverati per crisi epilettiche ed altri tipi di disturbi.

Anche ad un livello basso come i giochi per bambini si muove l'astuzia del Demonio, che cerca di inculcare fin da piccoli la mentalità superstiziosa, magica, ribelle e condita da svariate pulsioni malsane. Raggiunta l'età adulta, queste abitudini rischiano di essere considerate normali ed innocue se non addirittura utili. E' un lavoro senza sosta al quale contribuisce in maniera determinante la mentalità mondana deviata, che finisce per plasmare e distruggere l'autentica personalità ed ogni capacità di discernimento.

Altro pericolo è rappresentato dai libri (ed altri giochi) in cui si esalta un protagonista capace di sconfiggere il male tramite particolari poteri personali o ricorrendo all'uso della Magia. Non crediamo alle favole, la Magia che viene definita bianca proviene dalla sfera diabolica come quella nera. Nonostante venga spesso presentata la contrapposizione ideologica tra i vari tipi di Magia, lo scopo finale è quello di convincere della bontà di una parte di essa. E' solo una facciata per creare confusione; al Maligno non interessa il colore che noi attribuiamo alla Magia, ma solo di acquisire una mentalità superstiziosa e di potere per sottomettere le forze della natura e degli spiriti, mediante particolari formule e rituali.

La fantomatica contrapposizione di forze buone e cattive tra i due tipi di Magia è soltanto uno specchietto per le allodole. Ben più elevata è la scaltrezza e l'intelligenza del Serpente antico. Si tratta di pura illusione, giochetti di basso livello per deviare dalla retta dottrina insegnataci dalla Chiesa Cattolica e dalla Parola di Dio che ci esorta in tanti modo a stare alla larga da questo genere di favole.

Solo Dio ha il potere di agire efficacemente e con potenza; il male può essere sconfitto solo rivolgendosi a Lui tramite la preghiera e rimettendosi alla sua imperscrutabile volontà. Solo Lui è l'onnipotente creatore di tutte le cose visibili ed invisibili, presenti, passate e future. La sua volontà prescinde dagli incostanti e volubili desideri umani, ed ogni cosa che permette e fa è solo per il bene dei suoi figli, anche se i tempi ed i modi impiegati possono apparire lunghi, tortuosi ed incomprensibili. Porre fiducia in lui e sapere attendere con fede è tutto ciò che Egli chiede, insieme alla rinuncia di tradirlo con altri falsi dei che possono solo promettere cose fallaci e menzognere.

Che riguardi un film, un gioco o un libro, è bene tenere a mente che ogni formula e rituale diretto a scatenare forze, reazioni o dominio sugli elementi o sugli spiriti, può comportare problematiche ben più gravi di quello che possiamo immaginare, quali l'apertura della volontà e dell'anima al loro diretto dominio. Un'apertura forse graduale ed indolore ma allo stesso tempo inesorabile. Un vero e proprio plagio della mente e dell'anima che potrebbe rendere il percorso a ritroso molto difficile ed ostacolato.
E' necessario impegnarci ad impedire la diffusione di molte menzogne mascherate da svago e innocuità. Abitudini sbagliate si stanno infatti infiltrando subdolamente nelle abitudini e nei pensieri della gente a danno di molti bambini e adolescenti. E' possibile che in alcuni casi i responsabili non se ne rendano neppure conto, ma di fatto contribuiscono a diffondere la malsana dottrina a danno degli altri ed a porsi in aperta opposizione a Dio.


Ex satanista avverte del pericolo Halloween