Il Vino

Il vino, nettare di Bacco, bevuto con moderazione (un bicchiere al giorno), apporta benefici al nostro organismo. Nel vino ci sono importanti antiossidanti i quali contrastano il danneggiamento e l’invecchiamento delle cellule . Nel vino rosso ci sono: il resveratrolo, la vitamina E, i flavonoidi, le antocianine e i tannini.

Il resveratrolo :

  • combatte la formazione dei radicali liberi ed è  un antinfiammatorio.
  • Previene la comparsa di infezioni a livello urinario.
  • E’ un antibatterico ,soprattutto, a livello del cavo orale.
  • Protegge il cervello dalla perdita delle funzioni cognitive e, quindi, dalla demenza senile.
  • E’ un potente antitumorale, infatti, protegge soprattutto l’organismo dal cancro al seno ed ai polmoni.
  • Evita la formazione di coaguli e del colesterolo cattivo che possono causare infarti, ictus.
  • Può essere un valido aiuto nel trattamento e nella prevenzione dell’osteoporosi

La vitamina E rafforza il nostro apparato cardiovascolare.

I flavonoidi inibiscono l’aggregazione piastrinica e, dunque, contribuiscono a tenere il sangue fluido.

Le antocianine proteggono le nostre cellule dall’ invecchiamento e proteggono l’organismo da patologie gravi ed invalidanti.

I tannini sono potenti antiossidanti e astringenti.
Il vino rosso, poi, ci ripulisce la bocca quando mangiamo qualcosa di grasso, e aumenta la quantità di endorfine nel corpo le quali sono responsabili del senso di benessere e di rilassamento. Il vino bianco, contiene acido caffeico il quale protegge il cuore da malattiecardiovascolari e protegge anche i reni.

Contiene poi polifenoli quali antocianine, e poi, tannini, resveratrolo, ma in misura minore rispetto al vino rosso, poiché la fermentazione del bianco avviene senza il contatto del mosto con le bucce, le quali contengono maggiormente questi antiossidanti.

Il vino, infine, fin dall’antichità è simbolo di comunanza, aggregazione. Nelle poleis ,città greche, infatti, le famiglie si riunivano in grandi sale e mangiavano e bevevano vino sdraiati sui triclini. Oggi allo stesso modo, quando ci si riunisce in famiglia, o si hanno amici a pranzo, o si prepara una cenetta a lume di candela per l’amata o amato, si sceglie con molta cura la bottiglia di vino migliore da offrire. Come scrive, quindi, il grande Edmondo de Amicis” Il vino aggiunge un sorriso all’amicizia ed una scintilla all’amore “.

dott.ssa Giovanna de Lucia – Biologa Nutrizionista