I santangiolesi hanno festeggiato gli ulivi e l’olio. Caporaso: “incontri che fanno bene al territorio

SANT’ANGELO D’ALIFE - La Casa del Parco a Sant’Angelo D’Alife ha accolto nei giorni scorsi, 16 - 17 e 18 novembre, la “Sagra dell’Olio Novello”, bellissima iniziativa curata dalla Pro Loco Santangiolese “a cui va un plauso speciale per aver evidenziato una delle nostre grandi ricchezze”, ha dichiarato il sindaco Michele Caporaso.

Illustri i patrocini, quello del Consorzio di Pro Loco del Matese, quello del Parco Regionale del Matese e quello della Regione Campania, hanno dato uno spessore di rilievo ai vari momenti pensati per festeggiare gli ulivi e l’olio.

Una serie di eventi a tema cominciati la mattina del venerdì 16 all’Istituto Agrario di Piedimonte Matese e all’Istituto Comprensivo Statale “G. Falcone” per poi proseguire con delle visite guidate prima nei frantoi del territorio e poi per il centro storico di Sant’Angelo D’Alife. Nel tardo pom il primo incontro tematico dal titolo “L’ulivo, la coltivazione e i frutti”. Ad introdurre i lavori la presidentessa della Pro Loco Santangiolese Daniela Lusoli e il primo cittadino Michele Caporaso che non ha potuto fare a meno di evidenziare, da agronomo, quanto incontri del genere facciano bene al territorio. Interventi istituzionali anche da parte del presidente del Parco Regionale del Matese, Vincenzo Girfatti e del presidente della VII Commissione Consiliare permanente (Ambiente, Energia, Protezione Civile) del Consiglio Regionale della Campania Gennaro Oliviero. Ma chi è davvero entrato nel vivo dell’argomento, addentrando i presenti nel mondo dell’olivicoltura è stato lo stimatissimo docente di Scienze e Tecnologie Agrarie dell’Università degli Studi del Molise Antonio De Cristofaro, molto stimato anche e soprattutto nel settore apistico. A conclusione l’intervento della Titolare di uno dei frantoi santangiolesi Maria Luisa Rao che ha anche lasciato il passo a degustazioni rigorosamente con pane e olio locale e a musica popolare.

Altrettanto interessante il secondo incontro tematico di domenica 18 novembre dal titolo “L’olio non si usa solo in cucina”. Dopo i saluti istituzionali di rito sono stati 4 i momenti molto interessanti dedicati all’olio, spaziando dalla presentazione di un cocktail con l’EVO a cura di Luca Varricchione, dell’Old Tom di Piedimonte Matese; per poi passare ad un momento enogastronomico dedicato agli antichi sapori e curato dall’Azienda Agrituristica San Cassiano di San Potito Sannitico; per poi parlare di cosmesi con un momento curato dall’azienda agricola Badivoscovo di Sessa Aurunca; fino a concludere con un necessario approfondimento sulla Dieta Mediterranea con l’intervento della dottoressa Vincenza Feroce. Importante occasione per presentare un contest fotografico chiamato “Riscattando l’ulivo” e poi il bellissimo gesto della Pro Loco in Collaborazione con L’Amministrazione Comunale: quello di regalare 4 alberi d’ulivo alla scuola cittadina che saranno piantati il 21 novembre in occasione della Festa dell’Albero.

 



 Adele Consola