Che cos’è Slow Food

Slow Food è una grande associazione internazionale no profit impegnata a ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni locali. Ogni giorno Slow Food lavora in 150 Paesi per promuovere un’alimentazione buona, pulita e giusta per tutti e si oppone alla tendenza diffusa di consumare frettolosamente cibi artefatti e confezionati industrialmente, proponendo il ritorno alla buona cucina, fatta di piatti tradizionali e alimenti genuini.

Oggi per Slow Food si intende anche in senso lato, la riscoperta e la valorizzazione di prodotti tipici del territorio di appartenenza, quindi a km zero.

Io sono un seguace di questa tendenza e nei miei piatti tendo a privilegiare derrate, manufatti e beni della nostra Campania proponendo la tradizione da sola o abbinata con innovazione e/o rivisitazione.

In questo tema oggi vi propongo una Finger Food in tema tradizione Campana rivisitata:

Zucchine alla scapece:

Ingredienti e dosi per 4 persone:

Zucchine medie gr. 500

Pane gr. 500

Contenitori alluminio diametro 8 nr. 20

Olio evoq.b.

Olio se
mi arachidi q.b.

Acetoq.b.

Saleq.b.

Aglioq.b.

Menta frescaq.b.

Procedimento:

Tagliate le zucchine a rotelline non troppo sottili e friggetele in abbondante olio caldo. Salate e aggiungetevi qualche spicchio di aglio e qualche foglia di menta;  irrorate il tutto con l’aceto e lasciate riposare per circa 2 ore. Mescolate il tutto.

Tagliare il pane in fettine sottili, piegarle e adagiarle nei contenitori; infornarli a 140° per qualche minuto finchè non saranno leggermente dorati. Lasciar raffreddare e toglierli dagli stampini, con un cucchiaio deponete la quantità di zucchine a riempire la fettina di pane e se volete decorate con foglioline di menta.

Buon appetito

Chef Maurizio Esposito