ANGELI e DEMONI

Chi sono gli angeli? Qual è il loro ruolo nel mondo naturale e soprannaturale? E che tipo di influenza possono esercitare? Su questo argomento le verità di fede proclamate dalla Chiesa si intrecciano con credenze magiche derivate da leggende medievali o risalenti a epoche antichissime. Si può spaziare sia dalle voci riconducibili alla tradizione cristiana sia a quelle legate alle dottrine misteriche che indagano i rapporti tra gli spiriti celesti, gli astri e la magia svelando il rapporto tra passi biblici e antichi culti pagani, fede e superstizione, dogmi e credenze popolari. Tra gli angeli vengono annoverati anche i demoni. Questi, altri non sono che  “angeli caduti” spiriti che, creati liberi da Dio, hanno scelto di ribellarsi a Lui. Ma cosa significa essere nati sotto una buona stella? Avere fortuna, sfuggire regolarmente agli incidenti, uscire indenni da una collisione spaventosa o persino da tentativi di assassinio? Come spiegare quesi gesti totalmente involontari che salvano la vita, quelle voci interiori che improvvisamente mettono in guardia, quei sogni premonitori, quella serie inspiegabile di coincidenze che fanno in modo che un amico o uno sconosciuto,  che non avrebbe mai dovuto trovarsi lì al momento della disgrazia, abbia potuto intervenire evitando una catastrofe? Si utilizza spesso l’espressione “qualcosa mi dice che…” ma cos’è quel qualcosa o qualcuno? Nessuno è in grado di dare una spiegazione naturale e obiettiva a questi fenomeni. Quindi la spiegazione più elegante, dal momento che non ne abbiamo di più logiche, si riassume nell’intervento concreto di quello che viene comunemente chiamato ” angelo custode”. 

In questi giorni di preparazione al Natale, per tutti coloro che hanno perso una persona amata, ci piace pensare che pur non avendoli più accanto fisicamente, essi sono presenti in forma diversa, come degli angeli pronti ad aiutarci, sostenerci, incoraggiarci , non lasciandoci mai soli, ma nella certezza di averli accanto sempre e costantemente con amore.

Dall’Indù all’Islam, dal più remoto passato alle genti nuove che verranno, gli Angeli sono stati esaminati in tutti i loro aspetti antichi e moderni. Possono essere contattati con molta facilità, basta parlare con loro come se fossero amici, di tutto ciò che capita durante la giornata, delle nostre preoccupazioni, dei nostri sogni, delle nostre paure… basta farlo con cuore sincero e con pazienza, aspettando segni come profumi intensi e improvvisi, luce, vento, cuori visibili attraverso oggetti e non solo; è saputo infatti che i cuori sono segni angelici in quanto segnali d’amore. Non bisogna in nessun modo però invocarli, perché gli Angeli buoni arrivano liberamente e senza strumenti medianici, quali carte, tarocchi, pietre, tavolette, ecc … con tali mezzi infatti si entra facilmente in contatto con gli Angeli caduti, ovvero gli Angeli che invidiosi dell’uomo creato con Amore da Dio a Sua somiglianza, bagnati di superbia, si sono ribellati a DIO creando una guerra tra angeli e determinando la vittoria degli angeli buoni schierati a difesa di Dio e degli uomini, con a capo San Michele, e determinando la sconfitta degli Angeli cattivi guidati da Lucifero, che era prima di allora angelo lucente, cacciato dal Paradiso che sprofondò nell’Inferno, insieme agli Angeli che si  schierarono con lui; da allora assetati di vendetta e di invidia combattono contro gli uomini, agendo con inganno e facendo illudere coloro che accecati dai loro stessi sentimenti di invidia, superbia, odio, vanità, orgoglio, avidità, vogliono sostituirsi a Dio e gestire il proprio destino e quello degli altri, con l’illusione di poter ottenere quello che vogliono in cambio del disprezzo verso Dio e i propri fratelli. Accecati dall’illusione, gli uomini ne diventano schiavi e tramite la magia nera o bianca, venerano il demonio e subdolamente si muovono indisturbati operando il male senza essere imputati dei loro misfatti, infatti non manifestano i loro veri sentimenti ne tanto meno palesano le loro azioni, ma agiscono con falsità e astuzia, distorcendo la verità., che può essere scoperta tramite la Fede e la preghiera.

Gli Angeli buoni hanno una conoscenza superiore alla nostra, ma non a Dio, pertanto non possono leggere la nostra mente, non conoscono quello che faremo, ma essendo più intelligenti di noi, sanno quale sarà il nostro agire in base alle nostre tendenze, perché alla fin fine noi persone siamo “animali razionali” con abitudini e costumi.

Ci sono tre gruppi di gerarchie, ciascuno con funzioni distinte, nella prima:

  • SERAFINIche ardono d’amore e custodiscono l’ingresso del Paradiso;
  • CHERUBINI le figure a cui Dio comanda di ornare l’Arca
  • TRONI

Nella seconda gerarchia:

  • DOMINAZIONI
  • VIRTU’
  • POTESTA’

Nella terza gerarchia:

  • PRINCIPATI
  • ARCANGELI
  • ANGELI

Nel rimandare al prossimo articolo il ruolo che rivestono gli angeli nelle varie gerarchie, mi “limito” lasciandovi con alcune delle frasi sugli angeli più belle che io abbia  mai avuto la possibilità di leggere, ve ne riporto per ora solo tre:

  1. L’Angelo è il musicista del silenzio di Dio (Dominique Ponnare)     
  2. Le lacrime sono lo sciogliersi del ghiaccio dell’anima. E a chi piange, tutti gli angeli sono vicini(Hermann Hesse)              
  3. Un angelo può illuminare il pensiero e la mente di un uomo, rafforzando il potere delle visioni. (San Tommaso D’Aquino)  

Mary Forgione