Alla Sua Presenza...Vangelo della Domenica

Domenica 10 Marzo 2019
I Domenica di Quaresima  (Anno C)

+ Dal Vangelo secondo Luca (Lc 6, 39-45)

In quel tempo, Gesù, pieno di Spirito Santo, si allontanò dal Giordano ed era guidato dallo Spirito nel deserto, per quaranta giorni, tentato dal diavolo. Non mangiò nulla in quei giorni, ma quando furono terminati, ebbe fame. Allora il diavolo gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, di’ a questa pietra che diventi pane». Gesù gli rispose: «Sta scritto: “Non di solo pane vivrà l’uomo”». Il diavolo lo condusse in alto, gli mostrò in un istante tutti i regni della terra e gli disse: «Ti darò tutto questo potere e la loro gloria, perché a me è stata data e io la do a chi voglio. Perciò, se ti prostrerai in adorazione dinanzi a me, tutto sarà tuo». Gesù gli rispose: «Sta scritto: “Il Signore, Dio tuo, adorerai: a lui solo renderai culto”». Lo condusse a Gerusalemme, lo pose sul punto più alto del tempio e gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, gèttati giù di qui; sta scritto infatti: “Ai suoi angeli darà ordini a tuo riguardo affinché essi ti custodiscano”; e anche: “Essi ti porteranno sulle loro mani perché il tuo piede non inciampi in una pietra”». Gesù gli rispose: «È stato detto: “Non metterai alla prova il Signore Dio tuo”». Dopo aver esaurito ogni tentazione, il diavolo si allontanò da lui fino al momento fissato.

Condividere la Parola…    

Da qualche giorno è iniziato uno dei tempi più preziosi per noi cristiani, la Quaresima, un tempo per ritornare sui nostri passi e far sì che il nostro cuore torni a battere all'unisono con il cuore di Cristo; il Vangelo proposto per questa prima Domenica di Quaresima evidenzia le tre tentazioni che attanagliano il cuore di ogni uomo l’egoismo e il credere solo in se stessi e nelle proprie forze, il potere, credere di avere Dio a nostro servizio e piacimento, Gesù ci insegna a non fuggire o aggirare la tentazione ma ad attraversarla, cioè cercare in tutti i modi di fare ordine nella nostra vita e nelle nostre scelte, riconoscendo tutto ciò che non ci dona la possibilità di essere liberi! Cristo ci insegna a spezzare le catene delle tentazioni che spesso ci rendono schiavi. Il demonio cerca in tutti i modi di inpriginare le nostre vite nella sua logica di baratto, il demonio baratta con noi, a contrario di Dio che ama prima di tutto senza chiedere nulla in cambio, ama gratuitamente e ci insegna a fare lo stesso. In questa Quaresima chiediamo a Cristo la forza di abitare con lui il deserto e la tentazione che ci incatena camminando insieme verso la meta, la risurrezione e la vita!

Guido Santagata