Alla Sua Presenza...Vangelo della Domenica

Pasqua del Signore, Anno A

+ Dal Vangelo secondo Giovanni Forma breve: (Gv 20,1-9)

Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro. Corse allora e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!». Pietro allora uscì insieme all’altro discepolo e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò. Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario – che era stato sul suo capo – non posato là con i teli, ma avvolto in un luogo a parte. Allora entrò anche l’altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette. Infatti non avevano ancora compreso la Scrittura, che cioè egli doveva risorgere dai morti.

Condividere la Parola…

“In Cristo Risorto tutta la vita risorge” (Prefazio Pasquale II).

Nell’accompagnare Gesù nell’ultima settimana di vita, abbiamo rivissuto la sua passione stando costretti in casa e soffrendo la privazione di non poter partecipare con la comunità alle varie celebrazioni così importanti per noi; è con questo cuore che ha sofferto insieme con Gesù che ci troviamo oggi a vivere con lui l’evento straordinario della sua risurrezione descritto dal Vangelo di oggi con la bella corsa di Pietro e Giovanni: corrono perché non hanno più paura di gridare che la tomba dove era stato posto Gesù è vuota, che quell’uomo è veramente Risorto, che Gesù è il vero Messia! Se Gesù è risorto vuol dire che è vivo ed è in mezzo a noi. Se Gesù è risorto il nostro cuore non può non riempirsi di gioia, la Gioia vera, se Gesù è risorto vuol dire che lo possiamo incontrare qui ed ora nel nostro quotidiano in questo tempo così unico e assurdo Cristo continua a risorgere! L’invito che ci viene dalla risurrezione è a cercare le cose di Dio, non chissà dove, dentro di noi, nel nostro cuore! È lì che si compie il vero incontro, così da poter gridare: il Signore è risorto e noi con Lui! Buona Pasqua a tutti nella speranza che doni tanta pace ai nostri cuori e tanta serenità al mondo intero!

don Guido Santagata