Alla Sua presenza... Vangelo della Domenica

Domenica 26 Agosto 2018  

XXI Domenica del Tempo Ordinario (Anno B)

+ Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 6,60-69)

In quel tempo molti dei suoi discepoli, dopo aver ascoltato, dissero: «Questa parola è dura! Chi può ascoltarla?». Gesù, sapendo dentro di sé che i suoi discepoli mormoravano riguardo a questo, disse loro: «Questo vi scandalizza? E se vedeste il Figlio dell'uomo salire là dov'era prima? È lo Spirito che dà la vita, la carne non giova a nulla; le parole che io vi ho detto sono spirito e sono vita. Ma tra voi vi sono alcuni che non credono». Gesù infatti sapeva fin da principio chi erano quelli che non credevano e chi era colui che lo avrebbe tradito. E diceva: «Per questo vi ho detto che nessuno può venire a me, se non gli è concesso dal Padre». Da quel momento molti dei suoi discepoli tornarono indietro e non andavano più con lui. Disse allora Gesù ai Dodici: «Volete andarvene anche voi?». Gli rispose Simon Pietro: «Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna e noi abbiamo creduto e conosciuto che tu sei il Santo di Dio».

Condividere la Parola...

Questa Domenica termina il lungo discorso del capitolo sei di Giovanni sul pane di vita, che come abbiamo letto in queste domeniche passate ha creato scandalo, non solo tra i giudei ma anche tra i suoi discepoli, rimproveravano infatti a Gesù che la Parola che egli annunciava era troppo dura e che nessuno si sarebbe avvicinato per tale motivo. Siamo anche noi come quei discepoli, scettici, paurosi, perchè non ci fidiamo di quel mistero che spesso riduciamo alle logiche umane; la motivazione è proprio questa, è un mistero, l’incomprensibile nel comprensibile, un Dio che si fa carne, un Dio che si fa uomo. Gesù dirà: “Volete andarvene anche voi?”, una frase questa che fa appello alla libertà dei discepoli, siete liberi di seguire il vostro cuore e ciò che per voi è veramente importante, è la bellezza di Cristo che invita ad esaminare il nostro cuore e la nostra coscienza, cosa vuoi davvero? Cosa desideri? Una volta messi davanti a questa provocazione possiamo solo rispondere come Pietro: “Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna!” forse ha ragione, non abbiamo altro di meglio che seguire Lui!


Guido Santagata