Alla Sua presenza... Vangelo della Domenica

Domenica 13 Maggio 2018  

Ascensione del Signore, Anno B

+ Dal Vangelo secondo Marco (Mc16,15-20)

In quel tempo, [Gesù apparve agli Undici] e disse loro: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato. Questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno». Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu elevato in cielo e sedette alla destra di Dio. Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva insieme con loro e confermava la Parola con i segni che la accompagnavano.

Condividere la Parola...

Questa domenica si percepisce dal racconto del Vangelo, un sentimento di tristezza per la “partenza” di Gesù, - se ci fermiamo all’apparenza- in realtà Cristo non si eleva sopra alle nuvole, abbandonandoci, ma lascia la terra per entrare dritto nel cuore degli uomini, è per questo che dirà: “Andate in tutto il mondo e predicate”, senza avere paura, “io sono dentro di voi”, grazie a questo, potete entrare in comunione con tutto il mondo, portando gioia e vita. Abbiamo un dono straordinario, parlare una lingua nuova, accessibile a tutti, la lingua dell’amore, tutti la comprendono, fatta di gesti, cura, bontà, rispetto, concretezza, la lingua che arriva dritta al cuore di ogni uomo. Cristo parte, ed entra direttamente nel cuore di ciascuno per donarci la forza e il coraggio di annunciare, opera in noi, in ogni nostro gesto di tenerezza e di pace. “Partirono e predicarono dappertutto”, sì, proprio loro, gli undici pieni di paure e debolezze, pieni di insicurezze e fragilità in poche parole Cristo affida la salvezza del mondo a te, a Noi! Si fida di te, si fida dell’umanità…

Guido Santagata