Alimentazione e abbronzatura

Quando si parla di abbronzatura a cosa si pensa immediatamente? Certamente ai raggi solari, al fatto di proteggere la pelle dai raggi UV, alle creme ed i vari cosmetici annessi, ma in pochi potrebbero parlare del potere che hanno alcuni alimenti su di essa.

La dieta influisce in maniera positiva sia sull’aspetto della pelle che nella struttura interna, l’acqua ad esempio è un fattore essenziale perché mantiene la cute idratata e svolge un ruolo di compensazione attraverso la sudorazione. I caroteni sono sostanze che l'organismo trasforma in vitamina A, indispensabile per la formazione e il mantenimento della pelle e delle mucose. In particolare, il betacarotene, di cui sono ricche le carote, è un pigmentante naturale che stimola la produzione di melanina da parte delle cellule cutanee espletando quindi un effetto protettivo nei confronti di raggi UV e dà una abbronzatura dal colore molto gradevole, la sua protezione, inoltre, si estende a tutto il corpo, e non solo a certe zone, come fanno le creme e le lozioni, le quali vengono anche rimosse dall'acqua e dal sudore.

Bisognerebbe, però, assicurarsi un costante introito di cibi ricchi in beta-carotene come frutta e verdura di colore giallo-arancio: carote, pesche, albicocche, angurie, broccoli, rucola, meloni, zucca, latte e derivati. Sarebbe ideale un assunzione da almeno 10-15 giorni prima di andare al mare e proseguita fino a che non si sia ben abbronzati. Anche gli antiossidanti, sono in grado di proteggere la pelle dall'invecchiamento cutaneo e dagli effetti dannosi dei raggi UV. Questa classe di sostanze, tra cui ricordiamo le vitamine A, C, E, il selenio e il coenzima Q-10, sono presenti in gran parte degli alimenti di origine vegetale.

Ricapitolando si consiglia durante il periodo di vacanze una buona assunzione di alimenti ricchi in beta-carotene e vitamina C, pesce ricco in omega-3 ed omega-6 per via della loro attività antiossidante e anti radicali liberi, bottiglia d’acqua sempre a portata di mano e condire gli alimenti con olio extravergine di oliva perché ricco in polifenoli, antiossidanti e aumenta l’assorbimento del beta-carotene. PS Buone vacanze estive a tutti voi dal sottoscritto!

Dott. Dietista e Biologo Nutrizionista Marco Lucio Parente