Adolescenza e sviluppo sesso - affettivo

La pubertà rappresenta il periodo di transizione dall’infanzia all’età adulta, durante il quale viene acquisita la capacità riproduttiva. In questo periodo alcune modificazioni metaboliche e neuroendocrine provocano cambiamenti somatici e comportamentali determinanti per l’acquisizione di una nuova corporeità e di una nuova identità. Questo sviluppo si svolge mediamente in un periodo di tempo di 4-5 anni e può essere influenzato da diversi fattori, quali l’ereditarietà, lo stato nutrizionale e di salute e, anche, quello emotivo.

Nelle femmine è la comparsa del primo ciclo mestruale che segna il passaggio dall’età infantile all’età adulta, mentre per il maschio tale passaggio, meno visibile, consiste nella capacità da parte del testicolo di produrre spermatozoi, ed è caratterizzato dall’eiaculazione notturna e dall’aumento della velocità di crescita.

L’adolescenza è un periodo di transizione e, come tale, comporta il superamento di alcune difficoltà o compiti di sviluppo, tali compiti consistono nell’instaurare relazioni nuove con i coetanei, acquisire il ruolo sociale, accettare il proprio corpo, conseguire l’indipendenza emotiva dai genitori, raggiungere l’indipendenza economica, prepararsi per la professione, prepararsi al matrimonio, sviluppare la competenza civica, acquisire un comportamento socialmente responsabile, acquisire una coscienza etica che guidi il comportamento. Lo sviluppo di tali compiti dipende in larga parte dalla cultura di riferimento.

L’innamoramento è un’esperienza cruciale della crescita che comporta il doversi staccare, in un certo senso, dagli affetti infantili. La sessualità assume un ruolo di fondamentale importanza nella vita dell’adolescente, perché è proprio in questo periodo che iniziano i primi rapporti d’amore con la relativa scoperta del proprio corpo e di quello dell’altro. Prima di conoscere il corpo altrui, l’adolescente scopre il proprio corpo attraverso il comportamento autoerotico che, in questa fase di vita, assume  una funzione sostitutiva e, allo stesso tempo, preparatoria nei confronti di esperienze sessuali successive. Il comportamento sessuale di coppia segue un percorso a gradini, andando da comportamenti sessuali quali baciarsi ed abbracciarsi, al necking e al petting, fino ad arrivare al rapporto sessuale completo. Con l’inizio dei primi rapporti sessuali completi, la contraccezione diventa un aspetto molto importante della vita sessuale. Sembra che gli adolescenti non usino molto metodi contraccettivi, da una parte perché pensano che tolgano spontaneità al rapporto, dall’altra, perchè hanno difficoltà ad accettare la programmazione del rapporto sessuale, soprattutto in concomitanza con le prime esperienze sessuali dove l’alto contenuto emotivo rende difficile l’attenzione alla contraccezione. Gli adolescenti, inoltre, sembrano anche poco attenti ai rischi di contagio di malattie sessualmente trasmesse, probabilmente per quel senso di onnipotenza che ogni adolescente porta intrinseco in sé.

Dott.ssa Monica Bellofiore

Psicologa-Psicoterapeuta

Consulente in Sessuologia Clinica